Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso

Tursiope

Tursiops truncatus  (Montagu, 1821)

 

Il tursiope è un delfinide dalla corporatura possente e muscolosa, capace di superare velocità pari a 30 km/h ed apnee fino ad 8 minuti, raggiungendo i 600 m di profondità. È conosciuto come un abile nuotatore, dai movimenti rapidi ed eleganti in profondità, e dalle grandi  capacità acrobatiche in superficie, spesso mostrate interagendo con le imbarcazioni, nel farsi spingere dall’onda di prua e compiendo diverse serie di salti e giochi.

Gli esemplari adulti appartenenti a questa specie possono raggiungere la lunghezza massima di 4 m ed un peso pari a 650 Kg. Il maschio ha una taglia leggermente più grande della femmina ed i piccoli, alla nascita, misurano circa un metro.

La colorazione è generalmente grigia uniforme, più scura sul dorso e biancastra sul ventre. Il capo presenta un melone ben sviluppato ed un rostro relativamente corto e tozzo. Le pinne pettorali sono corte e sottili, mentre la pinna dorsale, posizionata a metà del corpo, è prominente, alta e falcata, con punta leggermente uncinata.
 
Il tursiope si nutre prevalentemente di pesce, completando la sua dieta con molluschi cefalopodi ed all’occorrenza crostacei. Esso utilizza diverse strategie per la ricerca di cibo, e ciò a dimostrazione del fatto che la sua attitudine di alimentazione è di tipo opportunistico.
 
Vive solitamente in branchi composti da 3-10 individui, caratterizzati da forti legami sociali. L’accoppiamento e le nascite avvengono generalmente in estate; la gestazione dura 12 mesi ed i piccoli vengono allattati dalla madre per 18 mesi, con la quale restano per circa 2 anni, fino al termine dello svezzamento.
Le femmine di tursiope, raggiungono la maturità sessuale intorno ai 10 anni di vita, i maschi tra i 10 ed i 13 anni. L’età massima raggiunta da entrambi è di circa 40 anni.
 
Nella lista IUCN, il Tursiops truncatus compare come Least Concern (LC, ver 3.1); esso è inoltre presente nell’appendice II della CITES. Come tutte le altre specie di cetacei regolari del Mediterraneo, è protetto da Convenzione di Barcellona (1976), Convenzione di Berna (1979), Direttiva Habitat 92/43/CEE e da una legge nazionale sulla fauna selvatica (11 febbraio 1992, n. 157, art. 2).
 
 

Testi a cura di Clara Monaco

 


Bibliografia

Bel’kovich V. M., Ivanova E. E., Yefremenkova O. V., Kozarovitsky L. B., Kharitonov S. P., 1991 – Searching and hunting behavior in the bottlenose dolphin (Tursiops truncatus) in the Black Sea. Dolphin societies: Discovery and puzzles, p. 38-67. University of California Press, Berkeley, CA.

Blanco C., Salomón O., Raga J. A., 2001 – Diet of the bottlenose dolphin (Tursiops truncatus) in the western Mediterranean Sea. Journal of the Marine Biological Association of the United Kingdom (2001), 81:6:1053-1058. Cambridge University Press.
 
Hammond P. S., Bearzi G., Bjørge A., Forney K., Karczmarski L., Kasuya T., Perrin W. F., Scott M. D., Wang J. Y., Wells R. S., Wilson B., 2008c – Tursiops truncatus. In: IUCN 2008. 2008 IUCN Red List of Threatened Species.
 
Monaco C., 2008 – Dinamica di una popolazione di Tursiops truncatus (Montagu, 1821) residente nel Golfo di Catania. Tesi di Laurea, Università degli Studi di Trieste, A.A. 2007/2008.
 
Notarbartolo di Sciara G., Demma M., 2004 – Guida dei mammiferi marini del Mediterraneo. Scienze naturali. Ed. Franco Muzzio, 2004 [1994]. 264 pp.
 
Shane S. H., 1990 – Comparison of bottlenose dolphin behavior in Texas and Florida, with a critique of methods for studying dolphin behavior. The bottlenose dolphin, pp. 541-558. Academic Press, San Diego, CA.
 
Würtz M., Repetto N., 2003 – Balene e Delfini. Collana: Guide al mondo sottomarino. Ed. White Star, Vercelli, 2003. 170 pp.