Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso

Delfino comune

Delphinus delphis  (Linnaeus, 1758)

 

Il delfino comune possiede una corporatura estremamente slanciata, gli adulti possono raggiungere 2.6 m di lunghezza e 136 kg di peso, mentre i piccoli alla nascita misurano 0.8-0.85 m.

Il dorso è grigio scuro, il ventre di colore bianco; sui fianchi è presente un peculiare disegno a forma di clessidra, di color crema dalla testa al fianco e grigio chiaro in coda. Una linea nera congiunge la piccola e scura pinna pettorale alla mascella inferiore, un'altra congiunge l'occhio al rostro, mentre una terza si diparte verso la zona genitale. Il capo presenta un melone bombato e prominente con un rostro terminale lungo e sottile; la pinna dorsale è alta, con estremità appuntita.

Questa specie è in grado di compiere salti ed acrobazie e di raggiungere velocità pari a 65 Km/h immergendosi fino a 280 m di profondità. Si tratta di un animale gregario che vive solitamente in gruppi composti da 10-20 individui ma che può occasionalmente riunirsi in branchi di centinaia di esemplari. Sono inoltre frequenti le associazioni delfino comune-stenella striata e delfino comune-tursiope.
 
È una specie prevalentemente ittiofaga, si nutre di pesce azzurro ma anche di cefalopodi e crostacei.
La sua età massima è di 20 anni. Le femmine raggiungono la maturità sessuale tra i 6 ed i 7 anni di vita, i maschi tra i 5 ed i 12 anni; la riproduzione ha luogo durante l’estate e la gestazione dura circa 10 mesi. L’allattamento dura dai 14 ai 19 mesi e l'intervallo di tempo tra un parto e l’altro è pari ad un minimo due anni.
 
Il delfino comune predilige acque temperato-calde; negli ultimi decenni, le popolazioni presenti in Mediterraneo hanno subìto un drastico calo.
Nella lista rossa IUCN, la sottopopolazione di Delphinus delphis che vive in Mediterraneo, compare come specie in pericolo ad alto rischio di estinzione in natura nel futuro a breve termine. Questa specie è inoltre presente nell’appendice I della CITES, nelle appendici I e II della CMS ed è protetta dall’ACCOBAMS.
 
  
Testi a cura di Clara Monaco
 
 

Bibliografia

Bearzi G., 2003 – Delphinus delphis (Mediterranean subpopulation). In: IUCN 2008. 2008 IUCN Red List of Threatened Species.

Hammond P. S., Bearzi G., Bjørge A., Forney K., Karczmarski L., Kasuya T., Perrin W. F., Scott M. D., Wang J. Y., Wells R. S., Wilson B., 2008a – Delphinus delphis. In: IUCN 2008. 2008 IUCN Red List of Threatened Species.
 
Notarbartolo di Sciara G., Demma M., 2004 – Guida dei mammiferi marini del Mediterraneo. Scienze naturali. Ed. Franco Muzzio, 2004 [1994]. 264 pp.
 
Würtz M., Repetto N., 2003 – Balene e Delfini. Collana: Guide al mondo sottomarino. Ed. White Star, Vercelli, 2003. 170 pp.