Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso

Balenottera comune

Balaenoptera physalus  (Linnaeus, 1758)

 

È un Misticete di grandi dimensioni, la lunghezza del corpo infatti può arrivare a 27 m nelle femmine e 25 m nei maschi. Un adulto può pesare fino ad 80 t; alla nascita, la lunghezza è di 6-6.5 m ed il peso di 2 t.

Il dorso presenta una colorazione di base grigio-ardesia, con sfumature più chiare soprattutto sul lato destro del corpo, la forma delle quali caratterizza ogni singolo individuo. Il cranio, dalla forma triangolare, è caratterizzato da una pigmentazione asimmetrica (dovuta, probabilmente, al modo in cui la balenottera nuota sul lato destro durante la sua attività di alimentazione): sul lato destro, il labbro inferiore, la cavità orale ed alcuni dei fanoni sono bianchi, mentre il lato sinistro è grigio-uniforme. La pinna dorsale, situata posteriormente, è piccola ed alta circa 60 cm. Il lato inferiore della pinna caudale è bianco, così come il ventre.

Nonostante la possente mole, la forma del corpo estremamente idrodinamica le consente di attuare un nuoto elegante, durante il quale può toccare i 3 Km/h di velocità. Può rimanere in apnea fino ad un massimo di 20 minuti ed è in grado di raggiungere profondità fino a 400 m. Durante il suo ciclo respiratorio è possibile distinguere due fasi: una in prossimità della superficie, della durata di alcuni minuti, nel corso dei quali l’animale nuota sotto il pelo dell’acqua emergendo regolarmente per respirare; l’altra in immersione, preceduta dal vistoso inarcamento del dorso, quasi mai seguito dal sollevamento della coda. Il soffio, a forma di cono rovesciato, è verticale e può raggiungere i 6 m di altezza.
 
È una specie che vive in piccoli gruppi composti mediamente da 2-3 esemplari, oppure isolata. La sua dieta comprende soprattutto crostacei Eufausiacei o krill (in Mediterraneo quasi esclusivamente Meganyctiphanes norvegica), ma anche pesci e piccoli cefalopodi, che ingoia in grandi quantità distendendo i suoi numerosi solchi golari.
 
La balenottera comune può raggiungere i 90 anni di età. La maturità sessuale viene acquisita tra gli 8 ed i 12 anni di vita; gli accoppiamenti avvengono in inverno e la gestazione dura 11-12 mesi. Il periodo di allattamento è di 6-7 mesi. Questa specie è capace di compiere notevoli salti, fuoriuscendo dall’acqua con una forte angolazione e rientrandovi rumorosamente. Essa non evita né si avvicina alle barche.
 
Nella lista IUCN, la Balaenoptera physalus compare come Endagered (EN A1d, ver 3.1). Essa è inoltre presente nell’appendice I della CITES, nelle appendici I e II della CMS ed è protetta dall’ACCOBAMS.
 
 
Testi a cura di Clara Monaco

 


Bibliografia

Reilly S. B., Bannister J. L., Best P. B., Brown M., Brownell Jr. R. L., Butterworth D. S., Clapham P. J., Cooke J., Donovan G. P., Urbán J., Zerbini A. N., 2008 – Balaenoptera physalus. In: IUCN 2008. 2008 IUCN Red List of Threatened Species.

Notarbartolo di Sciara G., Demma M., 2004 – Guida dei mammiferi marini del Mediterraneo. Scienze naturali. Ed. Franco Muzzio, 2004 [1994]. 264 pp.
 
Würtz M., Repetto N., 2003 – Balene e Delfini. Collana: Guide al mondo sottomarino. Ed. White Star, Vercelli, 2003. 170 pp.