Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso

Grampo

Grampus griseus  (G. Cuvier, 1812)

 

Delfinide dal nuoto tranquillo ma che all’occorrenza può mostrare grande agilità. Gli esemplari adulti arrivano a 4.3 m di lunghezza e 600 Kg di peso. I piccoli, che alla nascita misurano circa 1.5 m, sono di colore grigio chiaro, che diventa progressivamente più scuro con l’età. Col passare degli anni il corpo viene ricoperto da numerose ed estese graffiature chiare, effetto di interazioni sociali, che finiscono col fargli assumere una colorazione quasi bianca, soprattutto nella parte anteriore.

Il grampo possiede un corpo robusto, il capo è rotondeggiante con melone ben sviluppato ma senza rostro distinto; al centro della zona frontale è presente un caratteristico solco a forma di V, con l’apice rivolto verso il basso, inoltre la mascella superiore è leggermente sporgente. Le pinne pettorali sono lunghe ed appuntite, la pinna dorsale è mediana, alta e falcata. Il ventre è caratterizzato dalla presenza di una macchia biancastra a forma di ancora.
 
È possibile avvistare questa specie principalmente sulle batimetriche comprese tra i 600 ed i 1000 metri; essa è inoltre capace di nuotare ad una velocità pari a 25 Km/h, effettuando apnee anche superiori ai 20 minuti.
I grampi si nutrono principalmente di molluschi cefalopodi e solo occasionalmente di pesci. Vivono solitamente in piccoli gruppi composti da una decina di individui, che a volte possono riunirsi in branchi consistenti.
 
Gli individui appartenenti a questa specie, raggiungono la maturità sessuale attorno ai 7 anni di vita; gli accoppiamenti avvengono in estate e la gestazione dura 13-14 mesi.
Il grampo è una specie che predilige le zone in cui la scarpata continentale è molto ripida, avvicinandosi anche alla costa se i fondali sono sufficientemente profondi.
 
Nella lista IUCN, il Grampus griseus compare come Least Concern (LC, ver 3.1); esso è inoltre presente nell’appendice II della CITES e nell’appendice II della CMS.
 
 
Testi a cura di Clara Monaco

 


Bibliografia

Notarbartolo di Sciara G., Demma M., 2004 – Guida dei mammiferi marini del Mediterraneo. Scienze naturali. Ed. Franco Muzzio, 2004 [1994]. 264 pp.

Taylor B. L., Baird R., Barlow J., Dawson S. M., Ford J., Mead J. G., Notarbartolo di Sciara G., Wade P., Pitman R. L., 2008a – Grampus griseus. In: IUCN 2008. 2008 IUCN Red List of Threatened Species.
 
Würtz M., Repetto N., 2003 – Balene e Delfini. Collana: Guide al mondo sottomarino. Ed. White Star, Vercelli, 2003. 170 pp.