Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Do il consenso

Approccio sullo spiaggiato

 

Intervenire su un Mammifero marino in difficoltà è un’operazione delicata e difficile, ed è pertanto assai importante agire con cautela organizzando e coordinando tutte le fasi dell’intervento.
Naturalmente, l’ordine prioritario delle azioni dipenderà dal fatto che l’animale sia ancora vivo, oppure già morto.

Come intervenire se il cetaceo è ancora vivo

  1. Cercare immediatamente l’aiuto di un esperto.
  2. Eliminare qualsiasi fonte di chiasso, disturbo e inutili manipolazioni.
  3. Il problema principale per un Cetaceo all’asciutto è il surriscaldamento; coprire dunque il corpo dell’animale con dei teli inzuppati.
  4. Costruire un riparo per dargli ombra.
  5. Fare attenzione agli occhi e allo sfiatatoio: evitare che nei primi entri sabbia;  non coprire il secondo con teli, perché il Cetaceo finirebbe per soffocare.

Come intervenire se il cetaceo è morto

  1. Non toccare l’animale per nessun motivo. 
    Un animale morto, soprattutto se in stato di decomposizione, può essere un pericoloso veicolo nella trasmissione di malattie.
  2. Contattare un esperto o le forze dell’ordine locali.


 

Come intervenire su un cetaceo spiaggiato (Geraci R. J. and Lounsbury V. J., 1993).

 

>> Rete spiaggiamenti


>> Interventi KETOS

 

Testi a cura di Stefano Floridia

 

Bibliografia

Cozzi B. et al & Valdina M., 2005. Mammiferi marini del Mediterraneo. CD ROM, Coffee house.

Geraci R. J., Lounsbury V. J., 1993. Marine Mammals Ashore. Texas A&M Sea.

Notarbartolo Di Sciara G., Demma M., 2004. Guida dei Mammiferi Marini del Mediterraneo. Franco Muzzio Editore. 264 pp.